Cialde e Capsule di caffe

L’ apprezzamento per il caffè e le capsule di caffe si è esteso rapidamente e ormai da molti anni in tutto il mondo, introducendosi con estrema facilità nel sistema economico di tutti i paesi, entrando nelle varie culture e abitudini di ciascuno.

I suoi numeri di mercato sono impressionanti, di una portata gigantesca, e la cosa più interessante è che tali numeri sono tendenti a crescere.

Sapevi che il caffè è il prodotto più commercializzato dopo il petrolio? Ebbene si, rappresenta un vero e proprio motore propulsore dell’economia mondiale, ed in particolare anche dell’economia italiana.

capsule caffe italiano
capsule caffe italiano

Se stai cercando dei dati riguardanti il mercato del caffè o ti interessa conoscere maggiori dettagli sull’argomento, ecco qui di seguito le informazioni che fanno al tuo caso!

I dati del mercato del caffè sono chiari. La produzione mondiale cresce, tanto che il rapporto dell’ ICO (International Coffe Organization) dello scorso anno ha previsto per l’anno appena trascorso un volume di 159,66 milioni di sacchi di caffè verde del peso di 9,58 milioni di tonnellate.

Rispetto al 2016 si è verificata un’ aumento di produzione dell’ 1,2% in più con una notevole crescita della Robusta e una lieve diminuzione dell’Arabica.

Il consumo medio mondiale di capsule per caffè è aumentato negli ultimi anni di un rassicurante 2%. Il primo consumatore al mondo è l’Europa, che importa il 70% della produzione mondiale; l’Italia importa circa 8,8 milioni di sacchi, piazzandosi al secondo posto in Europa per importazione e per consumo pro-capite (dopo la Germania) e al terzo posto nel mondo sempre per importazione (dopo gli Stati Uniti).

Ciò è spiegato bene dal fatto che il 97% degli italiani consuma regolarmente caffè, prendendone in media circa 4 al giorno. Sicuramente questo ingente consumo rappresenta una domanda che dev’essere sostenuta in maniera efficace dall’offerta di mercato.

Solo nel territorio nazionale sono più di 800 le torrefazioni che lavorano il caffè verde importato (per metà da Vietnam e Brasile) macinandolo e tostandolo, ed insieme a loro operano anche molti punti vendita al dettaglio, facendo aumentare il numero delle attività dedite al commercio del caffè a circa 3000.

Capsule di caffe in Italia

Le torrefazioni italiane fatturano circa 3,3 miliardi di euro (dati risalenti al 2015) di cui 1,2 miliardi sono costituiti dall’esportazione. La regione che conta il maggior numero di imprese è la Lombardia, che possiede 791 attività divise fra aziende torrefattrici e negozi al dettaglio.

Da non sottovalutare è il segmento che include le macchine da caffè espresso professionali: anche qui i numeri si fanno interessanti. Si tratta di un fatturato di 430 milioni di euro conseguito da 34 industrie che danno impiego a oltre 1200 dipendenti.

Nei mercati esteri tali industrie producono il 75% dei volumi di mercato, realizzando un prodotto protagonista nel settore bar-ristorazione.

Anche le macchine per espresso più piccole non sono da meno: la celebre De Longhi, presa singolarmente, possiede il 34% del mercato globale che riguarda l’ “espresso coffee maker”, raggiungendo una quota di ricavi pari a 720 milioni di euro.

capsule caffe italiano

È importante poi menzionare anche i dati di mercato rispetto agli impianti di confezionamento industriali (per intenderci sacchetti, capsule, cialde, filtri, ecc.). La leadership riguardante questo segmento di mercato dal valore di 200 milioni di euro è contesa fra i grandi costruttori italiani e la concorrenza svizzera e tedesca.

Si tratta di un settore considerato invitante dagli esperti sul piano degli investimenti perché presenta un interessante margine di profitto che di anno in anno cresce al ritmo del 10%.

È proprio vero: il mondo del caffè poggia su un piano solido stabilizzato da un mercato in espansione, innovativo e ricercato, che sembra non conoscere affatto la crisi economica ormai globalizzata, che negli anni ha ferito l’economia di diversi settori. Ancora oggi, a distanza di secoli dalla sua scoperta, rappresenta una fonte di reddito per innumerevoli famiglie che lavorano e investono in questo “tesoro verde” le loro risorse e il loro grande impegno.

Nel nostro Paese poi, il caffè rappresenta degnamente una delle più grandi eccellenze italiane.

È una parte di noi, un titolo importante della nostra storia ed un segno particolare della nostra cultura.

Allo stesso tempo, un impero colossale dell’industria mondiale, una macchina di dimensioni gigantesche che lavora ininterrottamente a suon di macine per portare nelle nostre vite la magia di un momento unico, irrinunciabile, necessario.

Le capsule: il vero caffè a casa tua

Capita spesso anche a te di vedere numerose pubblicità in TV o tramite altri strumenti di marketing riguardanti il mondo del caffè? Ne ricordi ancora alcune nonostante sia passato diverso tempo da quando le hai viste per la prima volta? Hai notato che a trasmetterle sono stati proprio volti celebri come quelli di attori famosi o cantanti internazionali ? Beh, nulla di insolito. I più grandi produttori di caffè hanno investito moltissimo nella pubblicità, nella ricerca e nello sviluppo di questo settore per donarci un caffè espresso perfetto anche a casa, lontano dal bar. 

La voglia di accrescere la qualità del gusto e la passione verso questaffascinante mondo che attira sempre più consumatori, sono stati il fulcro dei nuovi sviluppi tecnologici intrapresi dalle più grandi industrie del settore del caffè. La soddisfazione e l’appagamento del gusto del cliente è diventato l’obiettivo primario delle aziende produttrici, e tali propositi hanno realizzato un successo senza pari, elevando il sapore e l’aroma del caffè a quelli di una bevanda prestigiosa e ricercata.

Cosa ha permesso di ottenere questi preziosi risultati?

Nel 1933 nacque la moka, e da allora in Italia è stato lo strumento principale per la preparazione del caffè per più di mezzo secolo. Tutt’oggi la moka è ancora utilizzata, e forse ne abbiamo tutti almeno una in casa, ma l’uso che se ne fa è diminuito molto nel corso del tempo e le abitudini degli italiani sono cambiate. Oggi infatti lo strumento maggiormente acquistato è la macchina elettrica da caffè, un sistema pratico e innovativoNel 2013 le vendite della macchina da caffè hanno superato quelle del caffè filtrato Si tratta di un elettrodomestico dalle funzionalità molto semplici. È composto principalmente da una caldaia, uno spazio di erogazione, una resistenza elettrica, un sistema che controlli la temperatura, un manometro ed altre componenti elettriche.

Lo spazio erogatore della macchina va caricato con apposite capsule (o in alternativa cialde).

Cosa sono le capsule? Quali sono i suoi vantaggi

Le capsule, insieme alle macchine da caffè, sono molto diffuse nel commercio italiano e hanno riscosso un importante successoSono dei piccoli contenitori di plastica o alluminio, contenenti una dose di caffè porzionato. Sul mercato si possono trovare vari tipi di macchine da caffè, e ognuna di esse utilizza un diverso sistema di preparazione dell’espresso.

I sistemi propri della macchina variano in base alle aziende produttrici che le vendono. Ciascun sistema richiede l’utilizzo della propria capsula originale, che si differenzia dalle altre per formadimensione e spessoreOltre alle originali, comunque, esistono le famose capsule compatibili, sulle quali si basa una buona parte delle vendite attuali. I costi delle capsule compatibili sono generalmente minori, cosa che le rende molto allettanti dal punto di vista del consumatore, che si ritrova inoltre a scegliere fra un’ampia varietà di marche. Gli standard di qualità delle capsule compatibili sono comunque molto elevati.

Basti pensare che sono prodotte anche da marchi noti e fidati quali Borbone, Illy, Kimbo, Segafredo, ecc. 

Fino ad alcuni anni fa, il cliente non aveva la possibilità di scelta, ed era costretto ad acquistare soltanto le capsule della stessa marca della macchina da caffè. Successivamente si è compreso che ricreando le capsule in formati compatibili (con le stesse forme e dimensioni di quelle originali) non si violava nessuna legge. Così le grandi industrie di torrefazione e altri vari brand hanno immesso in commercio le capsule compatibili contenenti le proprie miscele di caffè. 

In parole povere, quindi, i vantaggi delle capsule compatibili sono soprattutto:

  • Il costo inferiore rispetto alle capsule originali, mantenendo la qualità del caffè erogato;
  • La vasta scelta di marchi esistenti sul mercato;
  • L’ ampia varietà di miscele diverse fra loro (diversi tipi di tostatura, intensità dell’aroma, ecc.)
  • La facile reperibilità del prodotto, acquistabile sia nei punti vendita che online.

Il mondo delle macchine da caffè, come abbiamo già detto, include sia l’utilizzo delle capsule che delle cialde. Quali sono le differenze? Come sceglierle?

Tipi di capsule e cialde di caffe

Le differenze tra cialde e capsule sono sostanzialmente quattro:

  1. Aspetto e materiale: le capsule sono dei contenitori di forma cilindrica composti da materiali quali alluminio o plastica, che chiusi ermeticamente in un ambiente protetto permettono di ridurre al minimo il rischio di proliferazione di batteri causati da umidità. Le cialde seguono una procedura di sigillatura simile, con la differenza che il materiale di cui sono composte è cellulosa, un tipo di carta filtro completamente compostabile. 
  2. Impatto ambientale: le capsule in alluminio o plastica conservano in modo eccellente l’aroma del caffè e ne preservano il gusto, ma sono più difficili da smaltire, in quanto i materiali diversi di cui sono costituite rendono il rifiuto indifferenziato, non riciclabile. Le cialde invece, come già detto, sono totalmente biodegradabili e non hanno alcuna percentuale di contributo all’impatto ecologico. 
  3. Gusto: su questo aspetto le opinioni degli amanti di caffè sono molto contrastanti. C’è chi sostiene che le capsule donino lo stesso gusto del caffè “al bar”, un espresso cremoso, denso e corposo, mentre le cialde ci riportino al caro vecchio sapore tradizionale della moka, amato dai più nostalgici. Si tratta comunque di percezioni personali, e le differenze di gusto variano anche in base marchi e miscele.
  4. Aroma: anch’esso dibattuto fra vari punti di vista. Le capsule, grazie al materiale resistente e protettivo di cui sono costituite, trattengono nel caffè un aroma accordato da note speziate o un retrogusto appena accennato di cioccolato, che permettono di assaporare un’infinità di sfumature gustative. Le cialde invece sono perlopiù conservatrici. Gusterete un caffè espresso che saprà di tradizione e di storia, quel classico gusto proveniente direttamente dalla torrefazione senza passare per altri sapori. 

 

La molteplicità dei suoi vantaggi ha permesso al mondo delle capsule di conquistare una grande fetta di mercato globale e di affermarsi come industria permanente nella preparazione del caffè. In un mondo sempre più accelerato e dai ritmi frenetici, la pausa caffè rappresenta un vero e proprio momento di rinvigorimento, un diritto che ci appartiene. Grazie alle macchine da caffè e alle capsule, questo momento non può che diventare ancora più piacevole e rilassante. Basta un clic e l’attesa di pochi secondi… 

Spegniamo ogni connessione col mondo esterno e godiamoci finalmente il nostro caffè.